martedì 13 dicembre 2011

Un pò più sù



Ti allunghi e giù le spalle, su il mento, dentro la pancia, dentro il sedere, allunga le braccia...
E' tutto un tirare, allungare, relevare, sempre più su, sempre di più, sempre più in alto.
E anche se sei bassettina, quando balli e fai i tuoi esercizi alla sbarra, senti i tuoi muscoli tirare, senti le cosce ruotarsi sempre un pochino di più, senti le spalle abbassarsi e mentre vai in relevè a trovare l'equilibro, il collo del piede alzarsi.


E tutto in un preciso e precario equilibrio di tendini, muscoli, addominali
...quasi a crederci davvero di arrivare a toccare il cielo con un dito
...quasi a crederci davvero che in quel momento sei diventata più alta, più magra, più lunga, più leggera.
Perchè tutto il tuo corpo è concentrato a cercare un mellesimo di secondo di equilibrio, a ruotare ancora un pò di più, a non crollare dal relevè, a tenere la posizione.
E' uno sforzo immane per cercare la bellazza della forma, della linea, della misura.
Un pò troppo e spanci, un pò poco e crolli.
Non c'è possibilità di errore, non c'è un modo diverso per fare quel movimento, non puoi inventare nulla. Quella è la posizione giusta per fare un giro, quella è la posizione giusta per fare un salto. Se l'asse non c'è,non giri, non ci sono santi!
Se il relevè non è tenuto e il ginocchio tiratissimo, il passè alto e gli addominali tirati, le braccia sostenute, non ci sono cacchi! Crolli!
E il lavoro quotidiano dei ballerini è appunto questo continuo sforzo a non fare vedere lo sforzo. E' il sudore che cola dalla fronte e dentro il body, ma il viso disteso e le braccia morbide.
E' una sensanzione unica quella che si prova ballando. E' un dover resistere, sempre e comunque perchè se resisti alla fatica, al sudore, il corpo piano piano inizia a risponderti.


Inizi a non dover più pensare solo al sedere, alle ginocchia, alle spalle, alla pancia, alla rotazione...inizi a sentire davvero che le tue fibre si allungano, si tendono verso un filo immaginario. Senti davvero le braccia lunghe e morbide ma tenute, il sostegno da "sotto", la testa fiera, l'asse che non ti fa cascare.
Inizi davvero a godere per ogni movimento riuscito, per ogni battito di ciglia in cui sei in equilibrio,per quel cambrè che sembra davvero quello delle foto, per ogni millimetro in più per sollevare più in alto la gamba.
Ed è proprio lì che si balla davvero ed è proprio lì che pensi di non poterne più fare a meno.





4 commenti:

  1. Ciao! Sono azzurra di grafic scribbles nonchè autrice dello sfondo che stai usando...che dici...diamo una sistematina al modello? :) lo sfondo non si vede bene, se hai bisogno di me scrivimi
    salutone
    azzurra

    RispondiElimina
  2. Ciao Nadia! Sono approdata qui per caso e sono molto felice di trovare finalmente un blog dedicato alla danza :)) Penso che tornerò presto, intanto buon lavoro con le tue allieve!

    RispondiElimina
  3. Molto carino il tuo blog e da oggi hai anche una nuova follower!
    Se ti può' interessare,sul mio blog e' in corso un ricco giveaway per festeggiare i mille iscritti…lo trovi
    -->QUI<--

    RispondiElimina
  4. azzurra: grazie e ti ho risposto alla mail!

    Robin: sono proprio contenta che ti piaccia il mondo della danza e che tu sia capitata qua. Ora sbircio anche sul tuo blog ;)

    Polveredistelle: grazie per essere una mia follower, wow!1000 iscritti...ora vado per partecipare ;)

    RispondiElimina

ogni commento mi rende felice! grazie! :)